Approvato il progetto dei lavori di manutenzione dei torrenti compresi nel reticolo idrico minore

La Regione Lombardia ha delegato fin dal 2001 ai Comuni le funzioni di Autorità idraulica sui corsi d'acqua del reticolo idrico minore (RIM).

I Comuni hanno quindi la responsabilità di identificare il reticolo di propria competenza, effettuare la manutenzione sullo stesso e applicare i canoni per l'occupazione delle aree demaniali.

Per quanto riguarda l’attività di manutenzione del RIM:

già nel 2015, il Comune di Gavardo in collaborazione con il gruppo comunale di Protezione Civile ha effettuato le dovute rilevazioni dalle quali è scaturita una “relazione di fattibilità geologica, sismica e di dissesto nel comune di Gavardo”.

Dalla relazione è emerso che numerosi torrenti necessitano di una pulizia dell’alveo, soprattutto in prossimità dei centri abitati, dove sono presenti rovi e sterpaglie ed, in alcuni casi, piante di medio fusto che, in caso di forti precipitazioni potrebbero creare allagamenti e danni alle proprietà ed alle aree pubbliche.

A tal fine, il 10 dicembre 2018, il Comune ha approvato un progetto puntuale che prevede la pulizia di tutti i torrenti appartenenti al Reticolo Idrico Minore in prossimità dei centri abitati:

-       sono stati individuati 32 punti critici su tutto il territorio comunale, prendendo in considerazione tutte le confluenze dei torrenti con strade pubbliche, spazi di sosta e proprietà private in prossimità dei centri abitati;

-       il progetto prevede la pulizia straordinaria dei torrenti appartenenti al RIM con l’utilizzo, ove possibile, di mezzi meccanici di piccole dimensioni e, in alcuni punti, considerata la presenza di recinzioni e manufatti privati che ostacolano il corretto accesso, con taglio e carico a mano con operatore.

Il progetto è finanziato con i proventi derivati dal pagamento dei canoni concessori su aree demaniali.

I lavori sono in fase di appalto.