Il commissario informa

Gli enti locali devono deliberare per l’anno successivo, entro la data fissata per l’approvazione del bilancio di previsione, le tariffe e le aliquote relative ai tributi di loro competenza.

Tra i due adempimenti vi è, infatti, una stretta correlazione in quanto l'approvazione delle tariffe e delle aliquote dei tributi comunali è presupposto per la determinazione delle entrate e, quindi, per la formazione del bilancio dell'ente.

Nel 2018 i lavori di manutenzione dell’asfaltatura delle strade comunali sono stati così pianificati:

-  il 21 dicembre 2017 sono stati inseriti nel programma triennale dei lavori pubblici (delibera di Consiglio Comunale n. 88);

-  il 7 settembre 2018 è stato approvato il progetto preliminare, definitivo ed esecutivo per i “Lavori di manutenzione delle pavimentazioni stradali in conglomerato bituminoso per l’anno 2018” (determinazione n. 307);

Il D.Lgs. n. 360/1998 ha istituito l’addizionale comunale all’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF).

L’addizionale comunale all’IRPEF è un’imposta che si applica al reddito complessivo determinato ai fini dell’IRPEF nazionale. Quindi, l’addizionale è dovuta solo se per lo stesso anno è dovuta l’IRPEF di riferimento.

E’ però facoltà di ogni singolo comune istituirla, stabilendone l’aliquota e l’eventuale soglia di esenzione nei limiti fissati dalla legge statale.

Sono “servizi a domanda individuale” tutte quelle attività che l’ente gestisce  direttamente, poste in essere non per obbligo istituzionale, che vengono utilizzate a richiesta dell’utente e che non siano state dichiarate gratuite per legge nazionale o regionale.

Il Comune di Gavardo ha partecipato al bando di Regione Lombardia per l’assegnazione di un contributo di euro 150.000,00, a parziale finanziamento dei lavori di manutenzione straordinaria dell’esistente campo di calcio in sintetico presso il Centro Sportivo Papa Karol Wojtyla.

Con il precedente comunicato, è stato preannunciato il probabile coinvolgimento della Comunità Montana di Valle Sabbia al finanziamento dell’intervento.

Il sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta, avviato a Gavardo il 2 febbraio 2018, è ormai entrato a pieno regime, dopo una prima fase di sperimentazione che ha consentito ai cittadini di familiarizzare con il nuovo metodo.

E’ importante fare un bilancio dei risultati ottenuti in questo primo anno di esperienza.

I dati certi da rilevare sono:

Con decreto n. 41/2018 del 30 novembre 2018, il Commissario Straordinario di Gavardo ha revocato tutti i membri del Consiglio di Amministrazione della Fondazione “La Memoria – ONLUS”, a suo tempo nominati dal Sindaco.

 Con successivo decreto n. 42/2018 del 3 dicembre, il Commissario ha nominato i nuovi cinque membri del Consiglio di Amministrazione, nelle persone dei Signori:

 Gabriele Avanzi

Gian Battista Tonni

Ilario Romano

Michele Bortolotti

Alfredo Bonomi

Dopo le prove di carico effettuate sul ponte di Via Vrenda, le verifiche proseguono anche sulle altre strutture del territorio comunale affinché ne sia garantita la sicura percorribilità.

Il 30 ottobre 2018 sono state effettuate le prove di carico sul ponte di Via Franchi.

Dal controllo è emerso che, fatti salvi ammaloramenti occulti,  la struttura del ponte è staticamente idonea al transito mentre resta  vincolato a specifiche prescrizioni il passaggio dei carichi eccezionali.

Le amministrazioni pubbliche hanno l’obbligo, introdotto dalla Legge Finanziaria del 2008, di adottare piani triennali per individuare misure idonee a migliorare l’utilizzo:

a)    delle dotazioni strumentali, anche informatiche, in uso ai propri uffici;

b)    delle autovetture di servizio,

c)    dei beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali.

Il 16 ottobre 2018 il Commissario ha adottato la deliberazione che approva il piano del Comune di Gavardo per il triennio 2019 – 2021.

Il Comune di Gavardo, in partenariato con il Comune di Prevalle e la Cooperativa La Nuvola nel Sacco (ente capofila) ha aderito al “5° Bando 2018 - Attività sociali nei Comuni Bresciani” promosso dalla Fondazione della Comunità Bresciana Onlus in accordo con l’Associazione Comuni Bresciani.

Il bando finanzia interventi volti ad incentivare e sostenere azioni che vedano quali beneficiari finali soggetti che vivono una condizione di solitudine, povertà o marginalità anche grave.

Pagine