Divieto di pesca dell'anguilla sul Lago di Garda

La Regione Lombardia, DG Agricoltura, con decreto n. 6245 del 1° luglio 2016, ha istituito il divieto di pesca dell’anguilla sia professionale che sportivo-dilettantistica, sul lago di Garda, nel territorio di competenza di Regione Lombardia e ad integrazione dell'Ordinanza del Ministero della Salute dell'8 giugno 2016 (pubblicata sulla G.U. n. 151 del 30 giugno 2016).
Con lo stesso atto, la Regione Lombardia, ha stabilito: 
a)     il divieto di trattenimento e detenzione sul luogo di pesca (inclusa l’imbarcazione e il relativo sito di approdo) di esemplari di anguilla; 
b)     l’obbligo dell’immediata liberazione in loco dei capi eventualmente catturati;
c)     il divieto d’uso e di riposizionamento dell’attrezzo denominato Cogolo, di cui all’articolo 11 comma 1 lett. b) punto 3) del regolamento regionale 9 dicembre 2013 n. 5 – Regolamento per la tutela della fauna ittica e per la disciplina di pesca nelle acque del lago di Garda.
Le misure rimarranno in vigore per tutto il periodo di efficacia dell'ordinanza del Ministero della Salute 08.06.2016.
 
E' possibile visionare qui il Decreto Regionale 6245 e l'Ordinanza del Ministero della Salute